Cezanne e Mickey

Sul quadro come schermo o, come affermavano gli impressionisti, come finestra, ci sono parecchi studi.

E molte "visioni".  

Cezanne dipinge en plein air; paesaggio "alla Corot", nuvole  tipo manga e albero rococò.

E' talmente preso dal suo soggetto, la montagna S. Victoire, che non si accorge di un fischiettante Mickey Mouse che passa sul sentiero. In un certo senso non credo possa essere una finestra il dipinto.

Forse è più uno schermo sul quale vengono "proiettati" vari attori in un sovrapporsi di livelli temporali che in realtà non potrebbero coincidere nella realtà ( forse, quantistica a parte).

Il gioco di "chi guarda chi" poi apre una discussione sul vero soggetto del dipinto. Cezanne si posiziona in modo da dare le spalle all'osservatore e, al tempo stesso, osserva il paesaggio e lo dipinge, creando un effetto di dipinto nel dipinto coinvolgendo lo spettatore in un gioco di specchi. E Mickey? Passa , fischietta, ci osserva e ci sfida;

e mette in discussione ancora una volta il "soggetto de quadro". 

 

Scrivi commento

Commenti: 0